È ufficiale, la riqualificazione degli scali milanesi si farà: ecco tutti gli ultimi aggiornamenti! - Il Milanese Imbruttito

È ufficiale, la riqualificazione degli scali milanesi si farà: ecco tutti gli ultimi aggiornamenti!

La notizia era nell’aria da parecchio tempo e mancava solo la comunicazione ufficiale: la riqualificazioni degli scali ferroviari s’ha da fare! Lo ha stabilito il Consiglio Comunale con una delibera che ratifica i lavori per un affare immobiliare stimato in un miliardo di euro.

Un progetto che punta letteralmente a modificare la morfologia della città in maniera radicale: i lavori partiranno probabilmente dallo Scalo Farini e da quello di Porta Romana, per poi coinvolgere mano a mano tutti gli altri.

Come ha affermato l’Assessore all’urbanistica Maran, «Da qui al 2030 vedremo nascere nuovi quartieri verdi, sostenibili, dotati di servizi e alloggi adeguati, sottraendo al degrado oltre 1.250.000 metri quadrati di aree ed eliminando le cesure tra centro e periferia».

Cosa prevede l’accordo? Tra le altre cose, di destinare il 65% della superficie territoriale totale ad aree verdi e spazi pubblici, oltre alla realizzazione di circa 200mila mt quadri di connessioni ecologiche lungo i binari ferroviari. Allo Scalo Farini nascerà il terzo parco più esteso della città e a San Cristoforo un’oasi naturalistica di 140mila mt quadri, pari al 100% della superficie totale dello scalo.

Nell’accordo, più in generale, sono presenti linee guida che chiariscono la vocazione che ciascuno degli scali dovrà avere. Mentre per San Cristoforo e Farini si è già detto, a Porta Genova si prevedono funzioni legate alla moda e al design; gli scali di Lambrate e Greco, vicini a Città Studi e alla Bicocca, avranno vocazione universitariaPorta Romana invece sarà dedicata alla cultura e all’agricoltura innovativa.

Insomma, le preoccupazioni di tutti su come andranno i lavori e quanto costeranno è più che legittima, rimane però il fatto che finalmente, dopo decenni di parole – sì, perché non è esattamente da ieri che gli scali sono in stato di abbandono -, si stia finalmente facendo qualcosa di concreto per trasformare Milano in un luogo più vivibile e all’avanguardia, e di questo non si può che esserne contenti.

Sull’andamento dei lavori, occhi aperti. Noi, ovviamente, vi terremo informati.

Credit immagini

Daniele Biaggi
Daniele Biaggi

Innamorato di Milano, quindi imbruttito per vocazione. Sogno un futuro bohèmien ma vivo una tormentata adolescenza tardiva. Perciò scrivo.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE