Milano Caput Furbi: 80mila automobilisti non pagano il gratta e sosta! - Il Milanese Imbruttito

Milano Caput Furbi: 80mila automobilisti non pagano il gratta e sosta!

parcheggio strisce blu

Milano Caput Furbi oltre che Mundi, insomma. Parliamo di P – non quella di Povero Pirla neopatentato – ma di Parcheggi, strisce blu nello specifico. Terrore dell’automobilista perennemente in ritardo e del Giargiana in gita: su un totale di 295mila posti auto metropolitani, quelli a pagamento sono circa 81.500 mila (30.370 dentro e 51.800 fuori dalla cerchia filoviaria). Bene ma non benissimo: quando la “volpe” non arriva al parchimetro, parcheggia agggratis (con tre G).

parcheggio

Evasione da record quindi. Scoop? Novità? Scoperta dell’acqua calda? Chi lo sa. Una cosa è certa: Milano è in pasto ai furbi che a quanto pare, mollano l’auto senza cacciare un euro. Ogni giorno con nonchalance parcheggiano sulle strisce blu senza pagare il doppio (80mila) di quelli che cercano come dei disperati il parchimetro – o tabacchi per il gratta e sosta – più vicino per fare tutto “a modo” come l’etichetta del Milanese DOC impone (40mila). Di notte e nei weekend la situazione peggiora: confidano forse nel coma da hangover o depressione domenicale che colpisce la città?

parcheggio strisce blu

Credit immagine

A denunciare la furbata sono due consiglieri di Palazzo Marino: David Gentili (Pd) e Carlo Monguzzi, presidente della commissione Mobilità. Un po’ come Totò e il suo “E noi paghiamo!” hanno presentato – con i dati della ricerca effettuata da Amat (Agenzia mobilità ambiente e territorio del Comune) alla mano –  a Giunta e Atm una mozione per mettere KO questi pirati del parcheggio.

Obiettivo: «stangare i furbetti della sosta, aumentando il numero di ausiliari da 150 a 200». Avete capito bene? Sì, signor capitano. Non ho sentito! Sì, signor capitano!

parcheggi strisce blu

Credit immagine

«Dalla sosta regolamentata il Comune incassa 26 milioni di euro all’anno. Se riuscissimo a far pagare anche gli automobilisti abusivi, l’introito del Comune salirebbe teoricamente a 59 milioni di euro» afferma Gentile.  In soldoni – visto che è di questo che si parla – si recupererebbe cash da reinvestire nel trasporto pubblico dando un taglio ai tagli. Il che, tutto sommato, non è una prospettiva così nera… anzi.

Credit immagine copertina

Sara Caironi
Sara Caironi

Scrittrice imbruttita per passione, malmostosa come un'occhialata Gucci, molesta quanto l'ATM.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE