Ci ha lasciati l'inventore dello "sbagliato" - Il Milanese Imbruttito

Ci ha lasciati l’inventore dello “sbagliato”

loading...

“Per me uno sbagliato grazie!”.

Quante volte. Quante madonne quando, fuori Milano, avete assaggiato uno “sbagliato”, sbagliato. Quanti ricordi, accordi e broccolate dietro ad un Negroni Sbagliato.

Ci ha lasciati così, con l’amaro in bocca e presi un po’ alla sprovvista, un simbolo della Milano da bere: Mirko Stocchetto, il titolare del celebre Bar Basso.

bar-basso-2Credit Immagine

Un simbolo della città, titolare di uno dei locali storici milanesi e un’icona del bartending.

La leggenda narra che Stocchetto, per un errore, invece di mettere il gin con il Martini rosso e il Bitter Campari versò del prosecco.

Dallo sbaglio allo sbaraglio del mondo cocktail fino a diventare leggenda.

Nato a Venezia, Stocchetto iniziò la carriera all’Harry’s Bar per poi portare la propria experties nel capoluogo lombardo.

bar-basso-1Credit Immagine

Il suo primo bar aMilano fu in Porta Vigentina, alla metà degli anni ’60 per poi rilevare da Giuseppe Basso l’omonimo bar di via Plinio.

Ieri i funerali ai quali erano presenti molti abitanti del quartiere e i fedelissimi del Bar Basso.

Credit immagine di copertina

POTREBBERO PIACERTI ANCHE