Milano e l'idea di un "fiume verde" tra gli scali ferroviari: sogno o realtà? - Il Milanese Imbruttito

Milano e l’idea di un “fiume verde” tra gli scali ferroviari: sogno o realtà?

Il progetto – ambiziosissimo – è dell’architetto Stefano Boeri, lo stesso che ha realizzato il Bosco Verticale, e, infatti, sempre di verde si tratta.

Parliamo di un sistema continuo di parchi, boschi, oasi, orti e giardini per lo sport e il tempo libero, uniti tra loro da corridoi verdi realizzati lungo i vecchi binari che collegano i 7 scali ferroviari diMilano: San Cristoforo, Porta Genova, Porta Romana, Rogoredo, Lambrate, Greco-Breda, Farini ed Expo.

Non è finita: il progetto – di cui si può già osservare il rendering – contempla persino strutture urbane, da costruire ai bordi delle anse, in cui possano trovare spazio tutte quelle attività che oggi mancano nei quartieri milanesi: residenze per giovani e studenti, spazi di lavoro e artigianato, servizi culturali e di assistenza al cittadino, edilizia sociale e di mercato.

L’idea è di quelle che potrebbero stravolgere – in positivo, si spera! – l’intero assetto urbanistico cittadino e, se così fosse, l’identità della città.

Le premesse non sono davvero niente male: speriamo che ai piani alti prendano in considerazione il progetto e non lo trasformino in un altro nulla di fatto.

Credit immagini

Daniele Biaggi
Daniele Biaggi

Innamorato di Milano, quindi imbruttito per vocazione. Sogno un futuro bohèmien ma vivo una tormentata adolescenza tardiva. Perciò scrivo.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE