Arriva aMilano il Pane in Attesa - Il Milanese Imbruttito

Arriva aMilano il Pane in Attesa

Due concetti: michetta e prestinaio. La prima una vera icona meneghina, il secondo una professione molto amata dai milanesi (anche perché il prestinè esiste soloaMilano.)

Questa volta però la creatività non è made in Milano ma l’iniziativa è una di quelle che è giusto seguire: partendo da Treviso arriva anche aMilano il ” Pane in Attesa ”.

Il consiglio di Zona 2 ha proposto in modo Bipartisan al sindaco Giuliano Pisapia l’approvazione dell’iniziativa, coinvolgendo Onlus e Ong.

paneinattesa

Di cosa si tratta?

Seguendo le orme del “Caffè Sospeso” (ne abbiamo parlato qui), sarà possibile acquistare del pane dal prestinaio e depositarlo in una cesta ad-hoc in attesa che venga ritirato da chi ne ha davvero bisogno (astenersi scrocconi, grazie!).

Tutti i prestinai aderenti all’iniziativa esporranno un’apposita locandina di riconoscimento e verranno mappati in modo da rendere l’operazione più efficace.

Insomma, un operazione che potrebbe «consentire ai milanesi di sentirsi protagonisti di un piccolo gesto di solidarietà e allo stesso tempo coinvolgere tanti esercenti milanesi».

POTREBBERO PIACERTI ANCHE